Homepage

  • BRIVIDO EFFIMERO

    By on 2 marzo 2016

    Quegli occhi da TAILANDESE mi rapirono.

    Ero giovane e pazzo come un cavallo.

    Mi sei entrata nel sangue, mi hai intossicato e il tuo sorriso mi ha aperto il PARADISO.

    Sono invecchiato e vivo l’INFERNO, ora mi sudano le mani, non sei con me e mi contorco come un verme.

    È buio, chiudo gli occhi, nella testa la polvere dei miei mostri ci fa ritrovare.

    Come una tenera amante scaldi il mio sangue, per mezz’ora spariscono i mostri, ma è solo un breve brivido effimero, il viaggio finisce, ora sei indifferente.

    La polvere dei miei mostri ci farà ritrovare e vorrei trovare DIO, per non restare di nuovi rapito dal tuo sguardo TAILANDESE.

    Ciao a tutti, buona vita,

    by Bama.

    Leggi tutto
  • Siamo tutti fratelli

    By on 3 febbraio 2016

    E’ difficile dire chi venga prima di chi. C’è gente che fugge dalle guerre, dalla crisi, da regimi a dittatura o da ideologia di religione che danno sfogo a tutto questo. Siamo nel 2015 e ripenso a quando i nostri vecchi erano in viaggio, in cerca di fortuna. Qualcuno è stato fortunato, qualcuno un pò meno, ma almeno sono certo che hanno trovato la Pace, un posto dove vivere la loro vita in maniera tranquilla.
    Nei loro occhi vedo quello che hanno passato i nostri, anni prima, quindi penso che sia giusto dare anche a loro la felicità, mettiamo via i pregiudizi, cambiamo i colori, le religioni, ma siamo tutti fratelli.

    Leggi tutto
  • Fantasmi blu

    By on 15 gennaio 2016

    Ormai dovrei averci fatto l’abitudine.
    Fantasmi blu dietro di me:
    Il mondo sta cambiando, venti di guerra nel nome di un Islam Integralista, e fantasmi innocenti tutti miei fratelli.
    Fantasmi blu ancora dietro di me.
    Nella bocca ancora il gusto del pastis bevuto al bar degli amici, per commemorare a mio modo, tutte le vittime francesi, anche loro erano miei fratelli.
    Chiedo il conto e chiudo la Bugiarda (chiamano così il quotidiano La Stampa i torinesi doc), mi torna alla mente la mamma di Loris, che dopo averlo trovato morto, gettato nel canale, anche Lui era mio fratello, in Lei fantasmi per non scordare mai.

    Non mi resta molto nelle tasche…la mia compagna è subdola, sto male da un anno, la gola brucia, la voce è roca, quasi non l’ho più.

    “Lei” non la odio più, spero volentieri di dimenticarmi di respirare, così come quando m’addromento, finalmente sarei libero con tutti i fratelli del mondo.
    La mia storia si ripete:
    MANETTE, FORMALITA’, BUROCRAZIA, MATRICOLA, MEDICO, ASSEGNAZIONE PADIGLIONE E NUMERO CELLA; e dietro di me ancora FANTASMI BLU, mi giro a guardarli meglio e mi accorgo che sono diventati vecchi quanto me.

    Rifletto dopo tanto tornare a “casa”, ho vergogna di ciò che sono diventato. Su di me tutti i giudizi, ma loro non sanno che la mia compagna è spietata, vive quanto me, e quando mi scorderò di respirare non li vedrò mai più.
    FANTASMI BLU DIETRO DI ME….
    Buona vita a tutti!
    Scrivo sempre sopra le righe e per sottointesi, qualcuno penserà che sono matto.
    Sono sempre Bama lo stesso, continuate a leggermi.

    Leggi tutto
Load More

Cos'è Dentro e Fuori

Dentro e Fuori è in Italia il primo blog scritto dalle persone detenute nelle carceri.
Il progetto è attivo dal 2005 presso la Casa Circondariale Lorusso-Cutugno di Torino.
Le finalità sono istituire un ponte di comunicazione tra persone detenute e società, favorendo lo scambio di informazioni, conoscenze  e riflessioni nell’ottica di una crescita culturale reciproca e solidale.

Temi

Chi scrive su Dentro e Fuori

Un’iniziativa

 

Iscriviti alla Newsletter