Non ridere

Nona puntata. Leggi le altre puntate.

Mi sentivo una merda. Ero nel cuore di Napoli per farle vedere le sue caratteristiche e lei si guardava attorno, cercando solo il primo stronzo che si avvicinasse e le vendesse una dose.
Passò poco tempo, poi Any rinunciò e tornò da Roby. Chiese scusa, disse: “mi è passato”.
Durante il ritorno a casa da mio padre, sul pullman incontrammo un tipo, fatto di droga perso. Per Any fu l’anticristo in persona.
Roby guardò gli occhi di Any, brillavano nel vedere questa persona drogata. Roby capì in tempo, si alzò e diretto verso di lui gli disse con parole serie e determinate: stai al tuo posto.
Continuò a fregarsene di quello che gli dissi, cercò addirittura di farmi sentire piccolo, era la sua fine. Lo sbattei contro il seggiolino e poco mancò che lo buttassi fuori dal finestrino.
Quando Any gli chiese dove aveva preso la droga, mi cascò il mondo addosso. Con rabbia e disgusto la guardai e scesi dal pullman. Ero convinto che mi seguisse.
Non andò così, anzi a lungo poi mi derise per quell’episodio.
Finché un giorno, stufo, Roby le disse: non ridere e non vantarti di non essere scesa dal pullman quel giorno a Napoli, perché proprio quel giorno ha deciso la fine della nostra storia.

3 thoughts on “Non ridere”

  1. si, il soggetto non è chiaro neanche a me..
    forse un roby che dice a se stesso che qul gesto le è costato la fine della sua storia d’amore. oppure più verosimilmente, visto che quella che rideva era any,che quel gesto aveva determinato il fatto che l’avrebbe perso per sempre.

    mi son letta le ultime tre puntate in un fiato e ho tanto sperato che tanta pazienza e tanta costanza venissero premiate. cosi come roby aveva sperato che any lo seguisse nel scendere dal pullman io ho sperato che lei avesse finalmente colto ciò che contava di più
    any è stata amata moltissimo.. forse una volta sola nella vita si può esser amati così..
    ma ha preferito la sua sostanza… ovviamente a quei livelli non si è più in grado di esser lucidi per cui mio caro roby tu non hai nessuna responsabilità se lei non ti ha scelto..

    sei stato coraggioso perchè con il tuo passato hai rischiato di ricascarci anche tu ..(vedi il bisogno di bere, il bisogno di non pensare.. di andar con altre donne..) a volte uno si sente sicuro ma poi l’intensità di certi sentimenti ti può travolgere e farti fare ciò che non avresti mai pensato di poter o voler ancora fare.
    per quel poco che sò di tossicodipendenza posso dire che sei stato “un grande”..eri in una posizione difficilissima..
    e mi duole ancora una volta constatare che chi ha già tanto sofferto nella vita ,va cacciarsi in situazioni in cui trova altra sofferenza.. quando si meriterebbe che la vita le ofrisse un po’ di respiro.. e sopratutto qualcosa di bello..
    ma la realtà è la realtà e a maggior ragione meglio non aspettarsi nulla dall’esterno ma far emergere un proprio interno che ci difenda anche da noi stessi.
    un lavoraccio non facile ma che forse ci mette un pò al riparo da certe cantonate che possiam prendere..

    mentre aspetto la prossima puntata
    continuo a fare il tifo per te roby, anche se probabilm non verrai neache a saperlo ..
    ma sono convinta che è lo spirito che conta e il mio sta vicino a te affinchè il tuo esser”fuori” non sia troppo difficoltoso.
    ciao caro e un bacione
    pina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *