Una notte di dicembre

Ventunesima puntata. Leggi le altre puntate.

Era un periodo che i soldi non mancavano. Mancava, però, il futuro.
Una notte di dicembre, ormai sceso a compromessi, successe che l’amore si trasformò in odio.
Roby non accettò la realtà che gli veniva sbattuta in faccia, anche se erano tornati insieme. Salendo le scale della mansarda che grazie a Roby Any era riuscita ad affittare, ecco l’inaspettato dolore. Vicino alla porta sentì e capì che Any si stava vendendo.
Scattò in Roby la rabbia più repressa, l’ira era allo stato esplosivo, non volli accettare ciò che stava accadendo… La donna che amavo non poteva vendersi per denaro, no!, dissi in cuor mio.
Soli in casa, la picchiai con disprezzo, umiliandola. Con lo scopo di farle capire il male che faceva a me.
Ma non era Roby a decidere cosa Any dovesse fare della propria vita.
Arrivò la polizia. Roby fece un tale casino che tutto il palazzo si terrorizzò.
Un poliziotto, sapendo di me e di lei, disse: ragazzo, lasciala stare, questa donna finirà col distruggerti.
Roby fece orecchi da mercante, neppure il consiglio di un poliziotto seppe accettare.
Venne arrestato e portato in carcere. Dopo tre giorni, l’interrogatorio con il giudice: Roby spiegò gli eventi e seppe colpire il cuore del giudice dicendo: amo quella ragazza, ma non permetterei mai che venda il suo corpo.
Il giudice ascoltò quelle parole e disse: ti credo, però ti distacco per breve tempo, ti mando a Napoli da tuo padre e lì farai le vacanze di Natale. Questo con gli obblighi di dimora.

Cinque giorni dopo scappai dagli obblighi, tornando da Any. Ci vollero quasi tre ore prima che lei mi accettasse di nuovo tra le sue braccia.

1 thought on “Una notte di dicembre”

  1. mi sto chiedendo come stai ora che sei fuori, non so come possa finire la tua storia con any, ma mi preoccupa il fatto che se tu non l’avessi risolta potrebbe nuovamente farti del male..
    spero tanto per te che la sofferenza per questo amore cosi martoriato oggi non abbia possibilità di essrci.
    spero tu possa amare cosi tanto ma nella serenità di un rapporto colmo di pace
    ciao

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *