Lo stimolo a scrivere

Come ogni settimana sono qui a scrivere, e più il tempo passa e più ho voglia di farlo, e appena consegno i miei scritti comincio con ansia ad aspettare le vostre risposte.
Ora vi racconto una cosa. Era da tantissimo tempo che non leggevo e scrivevo così tanto – non scrivo solo quello che leggete voi – così mi sono chiesto perché. Presto detto. Prima mi mancava la voglia, ma soprattutto lo stimolo. In me è avvenuto un cambiamento, e questo cambiamento è coinciso con il fatto che ho cominciato a praticare il buddhismo.
Con la pratica sono emerse in me potenzialità che già avevo, come leggere e scrivere, ma che prima tenevo nascoste in un angolo recondito del mio io.
Praticando ho cominciato a leggere e scrivere, ma con un atteggiamento nuovo. Avevo la voglia e la curiosità di un bambino quando lo fa per la prima volta. E ho cominciato ad analizzare tutto quello che scrivo e leggo, ponendomi delle domande e cercando risposte.
Così una volta fuori di qui sono sicuro di portarmi un bagaglio culturale e umano che mi servirà.
Poi il buddhismo è darmi la spinta per cambiare stile di vita. Con la pratica ho ricominciato ad avere fiducia in me. Soprattutto, mi sono perdonato. Ho ricominciato a guardarmi dentro, senza mentirmi.
Tutto ciò non è facile, ma è bellissimo. La fede e gli insegnamenti della pratica fanno sì che io accetti anche i miei lati negativi. Mi fanno credere che mettersi in discussione con te e gli altri non è mai troppo.
In parole semplici, ho ricominciato a credere nella vita
Che merita di essere vissuta in quanto tale.

6 thoughts on “Lo stimolo a scrivere”

  1. Se l’oceano fosse pieno d’inchiostro, non basterebbe per scivere tutti i doni che riceviamo da Dio.Se il cielo fosse uninfinita pagina,non basterebbe per ringraziarlo. Se ogni granello di sabbiapotesse parlare, io credo non lo farebbe,ma resterebbe ad ascoltare il Silenzio che parla. Se ogni uomo potesse ascoltare ciò che il Silenzio dice, allora udrebbe un Tuono….e poi un …….”Ti amo” figlio.

    BUONA PASQUA A TUTTI!

  2. ho letto cio che ti ha scritto alfredo
    e aggiungo
    non credo quale sia il mezzo per arrivare a se stessi il buddismo l’essere testimoni di geova o di qualsialtra cosa che ti porta il cuore nel cervello perche solo con questi due motori della nostra vita movinìmentiamo la coscenza che e in noi che ci aiuta a prendere strade anche se storte tortuose dolorose ci aiuta a rimetterci sulla retta via che altro non e che si l’amore verso un dio ma sopratutto verso noi stessi perche se un dio ci ha creato ci ha creato per un obiettivo che non credo sia solo quello di amarlo onorarlo e santificarlo ma poiche siamo a sua immaggine esomiglianza il saperlo fare prima ancora con noi ci da la giusta via per farlo con chiunque e cosi si impara il rispetto verso gli altri di conseguenza verso se stessi
    una volta quando ero giovanissima forse qualche secolo fa mi si disse
    riguardati perche se non lo fai tu nessuno lo fara’ al posto tuo e se ti trascuri non servira anessuno tu morrai e non avrai portato a termine quello a cui ora ti stai sacrificando la tua salute
    oggi con il senno di poi con le esperienze nei capelli bianchi capisco cosa mi si voleva insegnare
    giancarlo un saluto per te e uno per ognuno dei tuoi compagni di strada di strada
    virginia

  3. vorrei esser libera. libera dall’inferno che sto vivendo. non passo giorno senza chiedermi perchè la vita è piena di ostacoli, perchè a volte sembra di potercela fare, che tutto abbia raggiunto una perfezione tale da poter dire..sono felice…e invece, nel giro di poche parole, l’equilibrio si spezza, si rompe. e tu…tu devi iniziare di nuovo a costruirti una vita. poi leggo questo blog, scoperto quasi per caso, anzi, destino..visto da tanto io volevo poter scrivere a qualcuno che sta peggio forse di me…non lo so, dopo aver letto qualcosa nel blog, quello che ha scritto giancarlo…mi sono messa a riflettere. ma io, io ho qualche diritto di dire che vorrei non esser schiava di un mondo che non va come voglio, della mancanza di libertà che sento mi soffoca…libertà nel mio caso di amare una persona, impotenza di fronte a un destino che non ho scelto. ho qualche diritto? forse no..

  4. Trovo che scrivere per esprimere se stessi e ritrovarsi sia da sempre un ottimo aiuto per arrivare negli angoli più remoti della nostra anima.
    E’ un bene che tu riesca ad arrivare ancora a questa profondità, che ci dà la certezza di essere sempre e ancora vivi.
    Ed è un bene che tu riesca ancora a ritrovare la bellezza della vita….
    Buona Pasqua di cuore.
    Baciuz. Simona

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *