Bel colpo, Any

Trentaquattresima puntata. Leggi le altre puntate.

Arrivammo a casa di Any dopo una lunga giornata, ovviamente insieme.
Arrivò la sera, facemmo pace. Trovammo il modo di sfilare soldi al suo tipo, proprio da uno spunto di Roby. Any e Roby erano d’accordo a sfilare soldi, per poi partire per Roma e iniziare una nuova vita insieme.
Ma Any cominciava a dubitare di Roby. Capì che Roby non era più l’uomo della sua vita, l’uomo tanto amato e odiato, che la portava a cavalluccio per le strade della città, facendola sentire libera, divertendola, assaporando il benessere dell’amore, che per tantissimi anni non aveva provato più.
Ma una parola di troppo scattò in Any. Premeditata fu la sua vendetta.
Quando Any contattò il suo tipo, fingendo che le avrei tagliato la faccia se non mi avesse portato i soldi, l’uomo spaventato chiamò la polizia.
Nei brevi colloqui telefonici tra Any e il tipo c’era il tradimento in vista. Any non disse a Roby che l’uomo era in contatto con la polizia; anzi, diede a capire a Roby che tutto sarebbe andato bene.
Rassicurava Roby, affermando il desiderio di andare nella sua amata Roma con lui per sempre.
Così Roby, tenendo per mano Any, rafforzò la fiducia che saremmo tornati insieme per sempre e felici.
Bel colpo Any! Sei stata fantastica, hai agito con grande astuzia.

1 thought on “Bel colpo, Any”

  1. Avrei bisogno di una precisazione. Devo commentare un racconto, o una realtà?

    Se una realtà, quella che tu dici “astuzia”, a mio vedere, è solo una porta, aperta per andare in un’altra gabbia. Porta pasienza, ma se mi vuoi sincero, devo dirti quello che sento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *