La casa di riposo Trisoglio

Gli ospiti della casa di riposo mi hanno scritto di quelle bellissime feste di cui la Sicilia è piena. Io personalmente ho visto, essendo di Catania, la festa della Santa patrona della Città, che è Sant’Agata ed è molto famosa in tutta la Sicilia, e quella di Siracusa, molto bella anche lei. Pittoresca e coinvolgente è la sfilata di Prizzi, con i diavoli e la morte, ed è molto emozionante poi vedere l’incontro con Gesù e la Vergine.
Ringrazio tutti gli ospiti della casa di riposo, e in particolare la signora Nicolina, che mi ha rituffato nel passato e nelle mie origini, di cui sono orgogliosissimo.
Volevo anche ringraziare Carla per la sua bellissima lettera. Vorrei che ci dassimo del tu. Anche questo è un modo per accorciare le distanze. Io sono convinto di essere un pessimo scrittore, ma poi ci si mette di fronte e senza essersi mai visti né conosciuti dopo qualche lettera sembra invece, e forse lo è, di conoscersi a fondo.

Un grazie e un saluto a tutti. Francesco

1 thought on “La casa di riposo Trisoglio”

  1. Caro Francesco, anche io sono siciliana rientrata dalla Svizzera e trapiantata in puglia, visto che mio marito è pugliese. Ogni volta che sento parlare dalla sicilia mi sento un non sò cosa dentro il cuore. Sò che ti sembrerà strano, ma anche se io non sono detenuta, lo sono lo stesso.
    Mi ritrovo in un paesino pugliese, senza l’affetto della mia terra. Ho vissuto per 40 in Svizzera e là ero una straniera, adesso vivo da quasi 2 anni in Puglia e sono sempre una straniera.
    Un caro abbraccio
    Mary

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *