C’è sempre da imparare

Io non merito di stare in un posto così. Il mio passato è questo, e questo è tutto. Perciò non mi possono accusare di pedofilia, è una brutta cosa, per me è una ferita che non si chiuderà mai.
Io ho perso la fiducia verso gli altri, ho sempre paura che mi possano fare di nuovo del male. Perciò, dal 2001, avevo deciso di occuparmi solo della mia mamma, e il mio convivente non voleva che io andassi a lavorare, perché io e lui avevamo sofferto tantissimo per tutta questa storia. E credetemi, non so come dimostrare la mia innocenza, però una cosa ve la dico, nel paese dove abito le porte per me sono sempre state aperte, e mai chiuse. Pur sapendo qual è la mia accusa, tutti mi vogliono bene, mi scrivono e mi dicono: torna presto da noi. Le amiche che mi sono fatta hanno tutte dei figli, e mi vogliono bene. Dicono che la legge è uguale per tutti, io mi sto chidendo se è vero.
Spero solo che Dio mi dia sempre la forza e mi stia vicino.
Ora vi saluto con tutto il cuore, e aspetto una vostra risposta. Consigli, giudizi, io sarò lieta di riceverli. Belli e brutti, i consigli fanno sempre piacere, e ascoltarli ancora di più.
C’è sempre da imparare. Ciao a tutti voi.
Sonia

2 thoughts on “C’è sempre da imparare”

  1. sono sicura che Dio è lì con te…
    Lui che riesce ad amare come l’uomo non riesce….
    vorrei farti sentire che ti sono vicina…
    un abbraccio

  2. Cara Sonia,
    gli ospiti della Casa di riposo sono d’accordo con lei sul fatto che ci sono sempre cose nuove da imparare.
    Il mondo si evolve e l’unico modo per rimanere al passo con i tempi e quello di imparare cose nuove.
    Facendo delle ricerche hanno trovato il significato del suo nome:

    SONIA: Variante slava del nome Sofia che deriva dal greco sophia e significa “saggezza”.

    La saggezza è molto importante per affrontare nel migliore dei modi gli eventi difficili della nostra vita.

    Gli ospiti pregheranno per lei giornalmente con questa invocazione:

    “Signore aiuta Sonia, che ha tanto bisogno per sua mamma e per la sua situazione”.

    E ricordano che nei momenti difficili della loro vita recitavano questa preghiera:

    ATTO DI SPERANZA.
    Mio Dio, spero dalla tua bontà, per le tue promesse e per i meriti di Gesù Cristo nostro Salvatore, la vita eterna e le grazie necessarie per meritarla con le buone opere che io debbo e voglio fare. Signore, che io possa goderti in eterno.

    Saluti , gli ospiti della Casa di Riposo Trisoglio,
    Gina, Francesca,Giuseppina,,Rosa,Piero,Valeria, Margherita,Ulisse,Teresa,Nicolina, Angiolina,Margherita,Giaele,Irma,Lidia,Olga,Margherita,
    Giuseppina,Rita, Nicolina,Teresa, Celeste, Maria, Assunta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *