Sotto lo stesso cielo

Ciao a tutti.
Inizio con il precisare che la mia non è acredine ma semplicemente delusione per non essere stata all’altezza di valutare le persone in cui ho riposto la mia fiducia ma soprattutto con cui ho creduto di poter costruire un’amicizia… bella parola vero?… amicizia. Può significare “tutto” quando ci si crede in e sulla base di questo “tutto” si apre il cuore, si rivelano i pensieri più nascosti… i segreti più involabili della propria vita e della propria anima e, non per ultimo, ci si culla credendo di aver trovato un tesoro inestimabile, poi un bel giorno…puff, tra le dita  ci si trova il fumo e lealtà e correttezza e sincerità svaniscono tra le spire dell’amarezza certi di essere usati per non si sa quale fine. Che sia dentro o fuori non ha molta importanza, sono cose che capitano continuamente anche a chi come me o come Eugenio non ha commesso reati e forse fa più male ancora perché in qualche modo la galera fa smaliziare e diventare coscienti che sì siamo esseri umani, ma anche semplicemente dei numeri in un mondo in cui le persone vengono valutate in base a quello che commettono e sentimenti ed emozioni non esistono più per noi che abbiamo vissuto al di là delle regole o commesso per una sola volta un errore che cancella tutto il valore della vita vissuta fino ad allora e fatto pagare a volte molto duramente.
“Errare humanum est”…, ma perdonare è divino, quindi se si ha la possibilità di infierire è più tenero e simpatico oltrepassare gli errori altrui e costruire, invece che distruggere, quei pochi sentimenti buoni che ancora sopravvivono in questa società.
Immagino sia più che dura ricominciare a vivere dopo la detenzione, io stessa non so cosa ne sarà di me un domani, ma penso che se si riuscisse a tirare fuori la parte migliore di noi nei confronti di ex detenuti o di altre persone con problemi o disagi non indifferenti e dare un briciolo di fiducia a chi ha voglia di costruire, forse queste stesse persone avrebbero una possibilità in più di rimediare a quanto di sbagliato hanno fatto, migliorando la propria vita presente e futura.
E per concludere, come dice Maurizio, “siamo tutti sotto lo stesso cielo” ed io aggiungo che “anche dietro le sbarre vediamo la stessa luna”… però la nostra è a quadretti ed in ogni quadretto ogni sera ci infiliamo una “dolce notte” alle persone che più amiamo, sperando di poterle un giorno raggiungere…
Nel frattempo ringrazio voi che chiacchierate con me e mi regalate momenti da ricordare.
Ciao a tutti.
Alina

2 thoughts on “Sotto lo stesso cielo”

  1. carissima alina….intanto. GRAZIE…hai…detto ciò chè sento.ogni..giorno…è innegabile chè il contesto.in cui ti trovi. ora..è durissimo…..mà finirà…pensa invece..è cè nè tantissime..a quelle persone..chè la chiusura..cè l anno nel cuore…..non finisce mai…la tristezza è chè ..oltre a sè stessi..dan dolore al prossimo..con i loro comportamenti….ci son molti tipi di…detenzione…..fisica ..e morale..io ò una mentalità aperta…cosa..chè come ò già scritto..mi fà soffrire..mà gioire nello stesso tempo…pure io mi fido..a volte ..mi dico…meglio un dolore a un rimpianto…..mà giustamente..come dici tù..di amici…VERI..bè …cè nè pochissimi..mà forse ..è meglio così..è perchè…appunto..son speciali..unici.. vedi…io non son stato in carcere..mà…ora superata…..speriamo….ò avuto una forte depressione…e credimi..nonostante..tutti…si dicano di mente aperta..io sarò sempre..per qualcuno…..uno chè è stato alla neuro….roba dà inquisizione… a volte..pure io…mi sento un numero…sai?..non contan esperienze..nè la mia mente…conta solo ..il foglio chè hai in mano..il curriculum……guarda..io ..poi..trà cellulari..e internet…bè non chè sian nella mia visione di vita…..mà però..come in tutte le cose..poi stà a noi usarle in modo..sano..difatti…ringrazio..internet..per star in contatto ..con tè..e con il gruppo di questo sito..per mè ..speciale…prima di iniziar la giornata..leggo..le vostre lettere..e vi sento vicini..e mi dà forza..io vorrei riuscire a contracambiare…dal cuore…spero..di riuscir..a spiegarmi bene…per scritto…grazie per i saluti..io…sai…mi sveglio presto..e vedendo..la stella del mattino…io la chiamo cosi…visto chè è la più tenace..l ultima..prima del sole..quella chè ti dice..ei..guarda chè anche nei momenti bui io ci sono..e ricorda chè trà un pò il sole sorge..è un nuovo giorno…..bè ò…un rito tutto mio…gli dico..ciao..brilla per le persone..chè son nel mio cuore…e un ciao..và pure a tè..e al gruppo..e mi sboccia un sorriso..spero..di averti donato la stessa sensazione…una stella ci guarda..e io nè son felice…come faccio a dirti grazie?……grazie veramente per le belle parole..mi dan speranza per un mondo e un futuro migliore..finchè ci sarà..gente come tè..chè guarda col cuore..io ripeto..contracambio….scusa..sè a volta scrivo..poco..mà è proprio ..per via del tempo materiale…sai..trà..lavoro..e…lavoro..perchè poi..non chè uno stacca e via,, nò ..è chè con sti contratti di 6 mesi,,nel tempo libero..uno cerca alternative…appena hò..notizie vi avverto..ora son in ferie..poi si vedrà..per scaramanzia..non dico niente..mà sè la cosa và in porto..ti comunico tutto…magari..sè ti và..mi dai un perere ..sulle mie scelte..lavorative..e in generale..nè sarei felice..grazie ancora…e ricorda la stella…dal cuore…maurizio

  2. Ciao, Alina. Nonostante le brutte esperienze, non smettere mai di credere nell’amicizia e nella sincerità … in mancanza, davvero la vita è una “prigione” senza fine. Accendo con te un lumicino di speranza e ti regalo il mio affetto sincero. Ciao.
    Stefania

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *