Quattro giorni di sofferenza

Ciao a tutti voi, che mi scrivete e conoscete la mia storia.
Vi voglio raccontare che ho passato quattro giorni di grande sofferenza, dolore, rabbia. Lunedì cinque maggio ho ricevuto la lettera della mia cara mamma, che mi scrive che andava in ospedale e dovevano di nuovo intervenire. Io sono scoppiata a piangere, non riuscivo a calmarmi.
Credetemi, avevo paura per lei. Qui dentro, senza poterle stare vicino, l’unica cosa che ho potuto fare è pregare, e chiedere a dio aiutala, stalle vicino, e fammela abbracciare al più presto.
Lui mi ha ascoltato, ed è andato tutto bene. Giovedì mattina ho parlato con mio marito e mi ha rassicurata. Sono contenta che lei sia già a casa.
Colgo l’occasione per fare gli auguri per la festa della mamma, anche se è già passata da un po’. Auguri a tutte le mamme del mondo.
E ciao a tutti voi, siete grandi, tanti abbracci e grazie per la compagnia che mi date. Siete persone meravigliose, scrivete presto.
Un saluto anche a tutte le mamme della casa di riposo di Trofarello. Vi penso e vi voglio bene, auguri sinceri.
Sonia

2 thoughts on “Quattro giorni di sofferenza

  • Ciao Sonia,

    Rimaniamo sempre figlie, anche quando diventiamo mamme.
    E solo quando diventiamo mamme riusciamo a capire il valore di ciò che ha fatto la nostra per noi…

    Un abbraccio e auguri per la tua mamma

    Carla

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *