Time out

Avrei dovuto telefonare…
Libero da poco più di due mesi (a parte l’obbligo di firma in questura), respiravo i profumi della libertà e calpestavo i prati a me molto cari, ogni tanto ricevevo uno squillo sul cellulare…
Uscii di casa molto presto, non era ancora l’alba, ed il mio malessere avrebbe bussato presto, dovevo trovarmi pronto per soddisfarlo.
Il primo buco placò il malessere colmando il mio vuoto per pochissimo tempo, era ancora presto e l’aria delle 7 del mattino era ancora pungente… (PERCHE’ NON HO TELEFONATO?)
Il vuoto, quel vuoto che solo con un buco diventa calore, dovevo ancora alimentarlo: avrei voluto scappare, andare lontano, ma subito realizzai che non sarei potuto mai scappare, ero nuovamente cascato nel vuoto, quello buio e freddo dell’indifferenza e del non sapere più chi ero e cosa ero…
– Uno squillo – avrei dovuto spegnere il cellulare.
Ciao, ci vediamo
“Si”
Quanto ci metti
“Dieci minuti”
Preparo tutto
“O.K.!”
Mancava poco alle 11 del mattino, Alessandro ci mise dieci minuti, come mi aveva detto ma io mi ero già bucato un’altra volta, non potevo più aspettare, stavo troppo male.
Il malessere era placato, ma la voglia era ancora tanta, ci facemmo insieme, io ero già alla terza pera e sapevo che non sarebbe stata l’ultima della giornata…
Devo telefonare!
Il giorno s’era fatto pomeriggio ed io dovevo andare a firmare.
Torino centro: m’appoggiai ad un colonnato di via Po, ormai non sapevo più dove prendermi, ma dovevo ancora bucare.
Trovai un luogo appartato, avevo poco tempo, le 16 erano vicine e non potevo tardare la firma; guardai l’ora sul cellulare, nell’altra mano la siringa e in testa avevo sempre l’idea di telefonare, un altro buco e via… il resto è la cronaca del mio arresto.
Quello che ancora oggi mi fa stare male è aver fatto piangere un’Amica a me molto cara, e la prima cosa che farò quando uscirò sarà una telefonata importante, il dubbio è: RISPONDERA’?

Bama

p.s. – un affettuoso saluto a tutti gli amici che leggono questo blog fuori Italia.

12 thoughts on “Time out

  • Ti inviamo una riflessione sull’amicizia che ci ha passato il nostro caro amico Alfredo questa mattina, fa proprio al caso tuo…

    Una storia racconta di due Amici che camminavano nel deserto…
    In qualche momento del viaggio cominciarono a discutere,
    ed un amico diede uno schiaffo all’altro, questi molto addolorato, ma senza dire nulla, scrisse nella sabbia :
    IL MIO MIGLIORE AMICO OGGI MI HA DATO UNO SCHIAFFO.
    Continuarono a camminare, finché trovarono un’oasi, dove decisero di fare un bagno. L’amico che era stato schiaffeggiato rischiò di affogare, ma il suo amico lo salvò.
    Dopo che si fu ripreso, scrisse su una pietra:
    il mio migliore amico oggi mi ha salvato la vita
    L’amico che aveva dato lo schiaffo e aveva salvato il suo migliore amico domandò:
    – Quando ti ho ferito hai scritto nella sabbia, e adesso lo fai su una pietra. Perché ?
    IMPARA A SCRIVERE LE TUE FERITE NELLA SABBIA ED INCIDERE NELLA PIETRA LE TUE GIOIE.

    Saluti, gli ospiti della Casa di Riposo Trisoglio: Anna,Rosaria,Anna,Gina, Francesca,Giuseppina,Rosa, Carlo, Piero,Valeria,Caterina, Ulisse,Rosalia, Angiolina, Margherita, Giaele, Irma, SuorAnna,Lidia,Margherita, Giuseppina, Carolina, Maria,Giulia,Celeste,Maria, Michele, Giovanna,Mariola,Assunta,Margherita,Caterina

  • Caro Maurizio,

    Sono certa che risponderà…
    Non essere troppo crudele con te stesso!
    Coccolati, sempre…Ma soprattutto quando sbagli, quando sei fragile…

    Ti abbraccio

    Carla

  • Le ultime parole del mio precedente post erano state un incoraggiamento ad appoggiarti a qualcuno. Non è facile avere qualcuno disposto a starti vicino quando sei nella cacca e tu invece ce l’hai ( la tua amica, o sbaglio?), e allora non avere paura , chiedi aiuto! Sono sicura che la prossima volta la chiamerai, e lei capirà. Se è una cara amica, certo che capirà; anche se fa rabbia sentirsi impotenti quando vorresti dare l’anima per qualcuno; anche se è diffile credere alle parole ” sei la cosa più importante per me” quando ci sembra che non sia affatto così. Ma noi donne, molte di noi, abbiamo un grande cuore e due enormi spalle per accogliere sempre.
    però la promessa che hai fatto adesso, mantienila.
    un caro saluto.

  • rispondera?
    puo’ darsi di si
    l’animo umano e grande
    ma se cosi non fosse
    falla a bama la telefonata
    quel bama che crede nell’amicizia
    che progetta il futuro fuori da un buco

    un saluto a te e un grosso in bocca al lupo
    per la tua vita da uomo libero

  • Ho ricevuto questo messaggio:
    La colomba della pace vola di sito in sito.
    Aiutala a fare il giro del mondo
    portandola alle persone
    che vuoi bene.

    *****
    Noi nemmeno col vicino di casa ci capiamo,
    figuriamoci con le persone che fanno di tutto per non farsi amare.
    E allora te la mando io una colomba:
    La colomba della pace vola di sito in sito.
    Non portarla alle persone che ami, non serve.
    Portala ai cattivi, ai delinquenti, agli assassini.
    Portala al drogato, a chi porti più odio.
    Portala ai carcerati.
    Portala al vicino di casa.
    Vedrai, magari volerà più piano,
    ma arriverà. Ci metto la firma
    Michelangelo

    Ora tocca a te, modificala come vuoi, mandala a chi vuoi,
    ma continua a farla volare.

    ******

  • Ogni tanto mi domando: ma perché cavolo vai ancora a uomini, Vitaliano, visto che a livello convinzioni è una scelta da terra bruciata?!

    Mi rispondo: perché una identità di confermata struttura esitenziale può anche guardare più avanti del suo vissuto, ma poco o tanto che sia, comunque, il suo vissuto pretende la sua parte di vita, o di non – vita secondo alterne opinioni e/o punti di vista.

    E’ questo, un destino che solo un’altra “pera” può modificare; “pera” nel senso di altra passione.

    La dove non hai ancora trovato un altra “pera”, comunque constato che hai trovato ( e persegui ) una lucida visione di te stesso.

    Non smettere di coltivarla. E’ tutto fuorché poco!

    Ciao.

  • Assolutamente d’accordo con vitalianoaliasperdamasco sulla tua lucida visione di te stesso Bama, e anche sul fatto che sia una gran cosa, non da tutti.

    In bocca al lupo, per il fuori, per la tua telefonata importante e per la vita di ogni giorno e ogni momento, fatta anche di buchi da riempire…

  • Ciao Bama

    Spero che la chiamerai, e spero che ti rispondera. Spero che questa volta, la chiamerai, piuttosto che …
    Se lei ti ha dentro il suo cuore, è per sempre. L’amicizia è importantissima 🙂

  • Se ti risponderà bene altrimenti tu hai davanti una vita da ricostruire e spesso farlo costruendo anche rapporti nuovi è molto meglio…..

  • dato che ti ho già detto che mi hai fatto arrabbiare con questa lettera, te lo ridico, tanto so che ci siamo chiariti, sai cosa intendo e non te la prendi….
    la prossima volta resisti almeno fino alla mostra( fuori)…ok?
    ciao

  • dato che ti ho già detto che mi hai fatto arrabbiare con questa lettera, te lo ridico, tanto so che ci siamo chiariti, sai cosa intendo e non te la prendi….
    la prossima volta resisti almeno fino alla mostra( fuori)…ok? lo sai cosa penso di te e lo sai che ci tengo.
    ciao

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *