Filastrocca dei mestieri

Per Maurizio.

Com’è allegro il giocoliere,
ma attenzione al pompiere,
se con acqua e fuoco
ti cucina il cuoco.

Se vuoi andare a ballare
con ritmo musicale,
stai attenta
sennò il frate non ti accontenta!

Il frate ogni sera
ti dice una preghiera
e nel sogno della notte dici:
io voglio cantare!

Se la mamma dice sì
vai a cantare
ma dopo con le amiche tutte a giocare.
Giochiamo a parrucchiera,
con elastici e spalliera,
vediamo cosa sai fare
se sei un atleta tutto fare.

Mentre l’orchestra suonerà
lo zecchino d’oro canta già.

Ciao Maurizio, la prossima volta ti scrivo una poesia vera!

One thought on “Filastrocca dei mestieri

  • mà ciaooo…mà grazie…..un pò un rompicapo..la poesia..mà…forse..ò trovato un enterpretazione tutta mia..chè mi fà sorridere molto…..invece..il titolo…bè….la parola..mestieri..la associo..a..artigianato…..cosa stupenda..mà purtroppo..non più valorizzata..io discendo..dà una stirpe..di arrotini….ò imparato il mestiere…mà..non puoi…più viverci..purtroppo..è tutto un mondo usa e getta…in generale..però…..noi ci siamo….e allora..non tutto è perduto..anzi….persone come tè..fanno sperare..nel futuro…un abbraccio…maurizio…..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *