Il mio lavoro

Per iniziare, un buon anno a tutti, sperando che lo abbiate cominciato nel migliore dei modi. Sono comunque felice che anche questo passaggio sia terminato. Non è molto piacevole trascorrere le feste in questi luoghi, ma con un po’ di compagnia giusta, tutto scivola lasciando poche ossa rotte. Io per fortuna ho il lavoro che mi aiuta, sia economicamente che mentalmente, tenendomi impegnata per diverse ore al giorno e anche se con lo stipendio che mi viene assegnato non diventerò mai ricca riesco a mantenermi in ogni mia necessità. Fuori alternavo occupazioni diverse, tra cui l’assistenza domiciliare agli anziani, pulizie in vari luoghi e come extra nei locali pubblici. Qui dentro mi è stata data la possibilità di occuparmi della spesa del femminile, cioè ogni mia compagna segna su di un quaderno i generi vari occorrenti e poi io li riporto su di un foglio con tanto di conto dettagliato, che verrò consegnato all’ufficio addetto e una volta alla settimana si ritireranno tutti i prodotti ordinati da un magazzino interno al carcere. In seguito si andranno a distribuire alle ragazze. Questo è solo uno dei vari lavori di cui ci si può occupare in questo ambiente, ma ne parlerò nelle prossime puntate.

3 thoughts on “Il mio lavoro”

  1. mà..ciaoooo. bè, scusa, sì sì, son felicissimo..per il tuo impegno, quotidiano. capisco..e comprendo..star quotidianamente, senza un impegno. è tremendo. però scusa sè..sorvolo sù tutto..mà ti esprima la mia gioia immensa di risentirti, mi eri mancata, certo..visito sempre il sito. e lascio commenti, mà non mè nè voglia nessuno..mà mi mancavi..senza tè il sito non era più lo stesso..mà auguriiii. in ritardo?..mà nò..perchè..in fondo..io..come tù..del resto..sè auguriam una cosa, mica la pensiam solo in quel momento lì..mà sempre, perciò..buon 2009..mà chè felicità..ritrovarti. un forte abbraccio. maurizio.

  2. Ciao Luretta, è un po’ che non ti scrivo e che non scrivi anche tu sul blog, ma immagino che sei piena di lavoro.
    Io sto bene finalmente dopo un anno di sbattimento lavoro. Però purtroppo a tempo determinato (borsa lavoro tramite l’Ufficio Pio) ma ci sono buone possibilità di avere dopo un’assunzione. Amore mio ti penso spesso, quando passo davanti al carcere mi viene l’angoscia a pensarti li’. Cmq ti sto scrivendo che sono le 8 di mattina e fra 10 minuti devo uscire per andare a travaiè. Ti scriverò presto una lettera sai giusto per non fare sapere a tutti i fatti miei. Cmq sbrigati a finire perchè ho bisogno di una convivente (non pensare male..). Laura ora ti saluto non vedo l’ora di rivederti, mi manchi tanto. TI VOGLIO BENE… SEMPRE FORZA JUVE!!!! MIKY

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *