Normalità

Mi rifaccio al commento di Marta che ho ricevuto la scorsa settimana al mio post “Progresso”. E sia, accetto e condivido il suo consiglio di impegnarmi a non tornare mai più in galera conquistandomi la mia libertà per poter parlare e stare in compagnia di buone persone con le quali bere un buon drink per fare dopo una sana promenade parlando di tutto.

Il punto è che comunque l’aver acquisito la normalità mi ha reso più sensibile e molte sono le cose che mi turbano per non parlare poi di quelle che mi lasciano senza parole. Spero di poterlo fare e spero di riuscire a trovare un lavoro che mi permetta quella normalità e quella autonomia che tutti dovrebbero avere. CHI MI VUOLE TENDERE UNA MANO?

ciao a tutti, Bama

8 thoughts on “Normalità”

  1. carissimo Bama,
    la tua sensibilità non può che farti onore. Purtroppo è sempre più frequente leggere e sentir parlare di cose orribili ed oscene, tanto che ci si fa l’abitudine e tutto ci sembra normale. E questo è molto triste, soprattutto perchè davanti alle ingiustizie non ci si ribella e ci si volta dall’altra parte rendendoci, così, complici. Ma è importante anche vedere le cose belle che ci sono al mondo, e ce ne sono, solo che le cattiverie fanno più rumore. Io ti auguro dal profondo del cuore di trovare quell’autonomia e quella libertà che cerchi, che sappiamo non dipendere soltanto dall’essere lì dentro o meno. A volte si è cosi soli e prigionieri anche in mezzo ad una grande strada. E’ bello che tu chieda aiuto, è una cosa da grandi persone chiedere aiuto. Come potrei farlo, concretamente??
    un abbraccio, marta

  2. CIAO Maury, ti ho già mandato i mie saluti la volta scorsa, io sono Francesco ti ricordi di me vero? Siamo stati alla Prometeo insieme leggo sempre i tuo post perchè sono molto al coumputer e ogni volta ti “leggo” e mi viene il desiderio di risponderti spero che tu mi mandi i tuoi saluti e che vuoi dirmi qualcosa di te.So che esci a maggio di che giorno? Io non ho più commesso reati da quando sono uscito. Mi sono sposato e ora vivo con mia moglie in una bella casetta ma nonostante ciò la giustizia continua a perseguitarmi e mandarmi dei “conti” vecchi decenni senza tener conto che io ormai ho chiuso con questo tipo di cose. Be ora non voglio annoiarti con i mie guai e ti saluto caramente a te e tutti quelli che conosco. Ciao Francesco

  3. Sono Conchiglia, fondatrice del Movimento d’Amore San Juan Diego, è un movimento di cuori mondiale, e scrivo a voi, miei fratelli in Gesù e Maria, a voi fratelli miei carcerati.

    Cari fratelli miei…
    sono molto preoccupata per voi poiché tante sono le vostre sofferenze.
    Con tutto il mio cuore vi auguro ogni bene.
    Per me è difficile spiegare a parole i sentimenti d’amore che provo per Dio, per voi, che siete miei fratelli in Cristo e per il Creato. Attraverso le Rivelazioni che ricevo da Dio qualcosa si percepisce… ma non è tutto lì. Dio è geloso di quello che accade tra me e Lui e spesso la nostalgia di abbracciarlo mi assale forte. Il mio cuore e tutto il mio essere Gli appartengono e desidero che arrivi presto il giorno in cui sarò alla Sua Presenza per fondermi tutta in Lui.
    Cari fratelli, sto pregando per voi affinché non perdiate mai la speranza e di continuare a lottare nei modi che vi è possibile.

    Dio vi benedica in modo particolare assieme ai vostri cari.
    Maria Santissima Nostra Signora di Guadalupe, assieme a Gesù benedici tutti i miei fratelli in Cristo che sono carcerati ed io mi unisco umilmente alla Vostra Benedizione
    nel Nome del Padre
    della Madre
    del Figlio
    e dello Spirito Santo.
    Amen.

    Conchiglia

    tratto da:

    LA RIVELAZIONE
    data a Conchiglia

    Collana in XII volumi dal titolo:
    BENTORNATO MIO SIGNORE

    http://www.conchiglia.net
    conchiglia@conchiglia.net

    06 aprile 2001 – 05.00
    Messaggio rivolto ai Carcerati

    “ LOTTA MIA CONCHIGLIA…
    LOTTA CON TUTTE LE TUE FORZE
    CONTRO LE INGIUSTIZIE TUTTE.
    LOTTA TU PER CHI NON HA VOCE
    ED È CHIUSO TRA LE MURA SENZA POTER FAR NULLA.
    SAPESSI QUANTI SONO GLI INNOCENTI
    CHE MI SERVONO NEL SILENZIO DEL LORO DOLORE.
    ED IO MI SERVO DI QUESTI FIGLI
    NON SPRECANDO PROPRIO NIENTE.
    FAI IN MODO CHE QUESTI SCRITTI
    GIUNGANO ALLE CARCERI MALSANE.
    VOGLIO ENTRARE ANCHE LÌ…
    PER PARLARE AI FIGLI MIEI.
    TRA DI VOI C’È QUALCUNO CHE TI AIUTERÀ
    PER FAR CONOSCERE A QUESTI FIGLI
    TUTTO L’AMORE CHE HO PER LORO..
    POICHÉ IO…
    MAI MI DIMENTICO DI CIASCUNO E DI NESSUNO.
    O CONCHIGLIA…
    PORTA PACE A QUESTA GENTE
    CHE STA PERDENDO LA SPERANZA
    POICHÉ NON ACCADE NIENTE.
    BEN VEDRANNO I MALFATTORI QUELLI VERI…
    ROVESCIARSI I LORO RUOLI A CUI TENEVANO SÌ TANTO.
    CANTA MIA CONCHIGLIA… ANCHE A LORO…
    QUEL MIO CANTO
    CHE SI CANTERÀ DOVUNQUE… TE L’HO DETTO.
    Eccomi… eccomi… Signore io vengo
    eccomi… eccomi… sia fatta in me la Tua Volontà.
    LA VOLONTÀ!
    LA VOLONTÀ È LA COSA…
    PIÙ ASTRATTA E CONCRETA CHE ESISTA
    È IL POLO IMPORTANTE DI OGNI COSA CHE FATE.
    Tu mia Conchiglia…
    ti sei immersa in essa con l’anima tutta
    affinché Io disponga di te come credo sia meglio.
    La volontà Mi appartiene una volta donata
    poiché vostra è la scelta
    di fare o non fare qualcosa per Me.
    Fidati… e tuffati nel mare profondo
    poiché sai che nel fondo c’è sempre la sabbia.
    E se anche tuffandoti non vedi nulla
    arriverai a destinazione… posandoti al fondo.
    O Mia Conchiglia…
    è un ritorno alla Casa del Padre
    immergersi nella Volontà Divina…
    se pensi alla superbia degli angeli neri
    e alla superbia degli uomini d’oggi.
    Conchiglia…
    sii fiera della scelta d’amore che hai fatto
    poiché con te rinnoverò ogni cosa di questo mondo corrotto.
    QUANDO VOLETE VENDERE UN NUOVO PRODOTTO
    LO FATE CONOSCERE PRIMA…
    E COSÌ FACCIO IO… SERVENDOMI DI TE
    CHE MI HAI DONATO LA TUA VITA.
    Hai bene investito Conchiglia
    altro che alta finanza!
    I guadagni tuoi saranno i risultati che ognuno che legge
    si porterà nel cuore.
    Prezzo non ha la vita dell’uomo
    e basterebbe una vita salvata per salvare te stessa.
    Quindi fa di conto
    e medita sul grande tuo premio.
    CONCHIGLIA… È UN GIORNO IMPORTANTE…
    È UN PRIMO VENERDÌ DEDICATO AL MIO SACRO CUORE.
    È IN QUEL GIORNO CHE IL MIO CUORE
    A TE SI È DONATO CON AMORE. (1)
    QUELLA NOTTE…
    HO CATTURATO LA TUA MENTE E IL TUO CUORE
    E MI SON DETTO:
    ECCO UNA FIGLIA CHE NEL CUORE MI ASSOMIGLIA.
    Tutto io sapevo di te che Mi ami tanto
    e gustavo quel momento nel saperti al Mio fianco
    per collaborare all’impresa sacra e santa di istruire tutti i figli
    con un nuovo evangelo.
    TU CONCHIGLIA MIA SEI IL SEGUITO DI GIOVANNI.
    TANTE VOLTE TE L’HO DETTO E TU L’HAI BEN CAPITO…
    Quello che mi attrae dei Miei figli prediletti
    è un cuore puro e semplice che si dona tutto a Me.
    Si… lo so… conosco i tuoi peccati
    ma li hai riconosciuti ed Io li ho cancellati.
    Sei rinata da quel giorno… ed Io ti ho plasmata.
    LA DIVINA VOLONTÀ
    TI È ACCANTO… DENTRO… E A FIANCO
    TI CIRCONDA… E TI PENETRA…
    E TI SOVRASTA… E TI AVVOLGE…
    COME UN TURBINE D’AMORE INCONTROLLABILE
    E TI AMA COME NESSUNO IN QUESTO MONDO LO PUÒ FARE!
    O Conchiglia…
    ATTENDIMI CON GIOIA POICHÉ PRESTO IO RITORNO.”

    (1) Dal diario di Conchiglia del 7 aprile 2000
    1° Venerdì del mese dedicato al Sacro Cuore di Gesù:
    La notte scorsa è stata una preghiera continua
    fatta di Salmi che sapevo a memoria, ma appena svegliata
    non ricordavo più neanche una parola.
    E’ mattina, ore 7.45 circa, mi preparo per la preghiera prima di uscire,
    quando ad un tratto mi viene alla mente una parola insistente e continua.
    Decido di scriverla, quindi prendo carta e penna e la scrivo,
    la parola è questa: « DALL’UNITÀ »,
    ma ad un tratto, senza comprendere subito cosa mi accade,
    una parola dietro l’altra mi viene dettata alla mente e al cuore
    con l’udito però non sento nulla.
    Sono sconvolta, dopo poche frasi crollo in un pianto colmo di stupore e amore,
    è una dolcezza indescrivibile, e il dettato continua…

    “ DAVID…
    dai tuoi occhi i tuoi figli saranno scomparsi senza che tu ne accorga
    Senti il canto del gallo? sembra cantare infinito, son solo attimi persi…
    incanto del cuore spezzato…sull’alto mare impazzito…
    dai flutti che invadono il mondo scoperto malvagio e cattivo.
    Non sai chi ti parla…ed è vero, ma usa la penna e scrivi…
    e canta col cuore sincero un INNO AL DIO UNO E TRINO.
    Calmati e torna alla penna, ti amo non piangere più.
    SIAM UNO TRE VOLTE INSIEME…cantando per te che sei qui…”

    28 luglio 2001 – 22.00

    AI CARCERATI

    ” IL CANTO D’AMORE
    FATTO DI LACRIME AMARE…
    È GIUNTO AL PADRE TUO!
    SONO IO… CHE TI PARLO
    IN QUEST’ATTIMO IMMENSO!
    SONO IO… CHE TI ACCOLGO
    TRA LE MIE BRACCIA DI PADRE AMOROSO
    che conserva per gli altri figli quel dolore che hai offerto a Me.
    È un privilegio santo offrire il dolore a Dio Padre
    che accoglie tutti i Suoi figli e ascolta le preghiere di tutti.
    Conchiglia…
    dì al mondo che giunta è l’ora… di vedere cose e cose!
    TUTTE… SI SONO MESSE IN FILA
    UNA ALLA VOLTA…
    COME IO LE HO… ORDINATE!
    QUINDI ACCADRANNO UNA PER UNA…
    IN TACITO ACCORDO AL COMANDO DEL PADRE
    Lasciati andare all’Amore Divino
    e invoca ancora lo Spirito Santo.
    LA TRINITÀ…
    VI INFORMA PER SALVARVI PROPRIO TUTTI
    SIETE VOI…
    CHE VI ESCLUDETE COL PECCATO RIPETUTO.
    Confessate le mancanze… poi ci vuol perseveranza!
    Poiché proprio « quel peccato »… non va ripetuto!
    Impegnatevi figlioli…
    non prendete alla leggera il Sacramento della Riconciliazione.
    Dio che è il Padre e vi legge dentro i cuori
    è molto amareggiato.
    IL PERDONO… CHE È DATO DAL SACERDOTE
    HA VALORE SOLO SE L’INTENZIONE È SERIA
    QUINDI FIGLI… STATE ATTENTI A NON BARARE!
    Ricordate quando Gesù ha detto:
    VA… E NON PECCARE PIÙ!
    Quelle parole hanno valor dell’oro
    Leggete e rileggete il Vangelo tutto Santo!
    Conchiglia…
    Invoca ancora lo Spirito Santo e ascolta attenta la Parola.
    Questo giorno assai sofferto dentro il cuore tuo
    è stato riservato ai carcerati.
    ANCORA VOGLIAMO DIRE A TUTTI LORO
    CHE NON SONO SOLI!
    DIO È CON TUTTI I SUOI FIGLI
    MA CON I SOFFERENTI IN PARTICOLARE.
    QUELLI CHE NON HANNO NESSUN CONFORTO
    E SPECIE QUELLO… SPIRITUALE!
    Le lacrime di oggi…
    sono servite a convertire alcuni figli
    che avevano il cuore indurito dal troppo dolore!
    Lì dentro non si insegna l’Amore di Dio come si deve.
    Lì dentro…
    c’è un’altra prigione… dentro la prigione
    ed è quella… della volontà violata!
    Pensa figlia… a quanti carcerati ora leggeranno.
    Si sentiranno liberi nel cuore… e non con mani e gambe!
    La loro volontà violata…
    sta nel fatto che molti convertiti
    vorrebbero ringraziare e lodare Dio Padre
    in pensieri… parole… ed opere.
    Ed invece possono usare solo il pensiero
    poiché le opere sono limitate al loro stato
    e le parole sono controllate… pesate e valutate dal nemico
    che si nasconde in ogni luogo e in ogni situazione.
    Conchiglia… cantiamo assieme questo Inno ai carcerati:

    INNO AI CARCERATI

    « Figli cari e tanto amati da Dio Padre
    Siamo qui… non vi abbiamo dimenticati
    Siamo il Padre
    Siamo il Figlio e
    Siamo lo Spirito Santo
    che attraverso questa figlia… vi portiamo meraviglia.
    Gioite dentro il cuore per questo INNO a voi.
    UN INNO AI CARCERATI NON ESISTE DA NESSUNA PARTE
    E LO VOGLIAMO FARE PER DIMOSTRARE A TUTTI VOI
    CHE DOPO IL PECCATO… DIO PERDONA E L’UOMO… NO!
    Da voi stessi vi legate mani e piedi col peccato
    e già quello vi lacera e vi sbrana…
    poi arriva la sentenza ed il giudizio
    CHE MAI È EQUO E GIUSTO
    ANZI…
    TALVOLTA È PIÙ DANNOSO DEL PECCATO!
    Gioite figli Nostri carcerati
    poiché quando Gesù viene… scioglierà lacci e catene.
    Lui ha già visto i Suoi figli che lo aspettano col cuore e trepidanti
    ed ha già visto chi persiste nel peccato e chi è pentito per davvero!
    QUEST’ INNO PASSERÀ ALLA STORIA
    poiché molti sono i figli… tra quelli carcerati
    che non hanno alcun peccato…
    ma che sono caduti ingiustamente nelle reti della giustizia umana
    che è peccatrice di superbia e di avarizia
    con i semplici di cuore…
    mentre abbonda in benevolenza… con la grande delinquenza!
    Ancora per poco… figli carcerati… subirete le ingiustizie umane
    poiché Gesù viene a ristabilire le Sue sante Regole d’Amore ».”

    21 ottobre 2001 – 23.50 – Gesù

    ” Ciò che suscita l’amore per gli altri in te
    sono Io… Gesù… il tuo Dio.
    Sono il Dio Unico di tutti i Miei figli e fratelli
    ma solo pochi di essi Mi riconoscono come il loro Dio.
    Satana ha svuotato le loro coscienze
    immettendovi poi… tutto ciò che a lui conviene.
    Figlioli… state attenti a satana!
    Egli è subdolo… e infido… e menzognero… e omicida.
    Ed è in ogni cosa che è male nel mondo.
    Allontanatevi da ogni tipo di male!
    Non accettate compromessi accomodanti!
    Fuggite… piuttosto che sottomettervi a lui
    poiché il pietismo vostro verso chi vi insidia non è fecondo…
    anzi… è dannoso per il vostro cammino verso di Me.
    Ve lo ripeto:
    Io ho sempre detto si… si… no… no…
    il di più viene da satana!
    Conchiglia…
    Io che leggo i cuori di tutti… tutti vi scruto
    e valuto tutto ciò che dite e fate.
    Fai attenzione a chi ti si avvicina!
    E prega in continuo la Madre Maria…
    Essa è una cortina invalicabile da satana…
    che ti proteggerà ovunque… ma tua è la prudenza!
    Io… Gesù… che dalla Trinità ti parlo
    desidero il tuo amore anche attraverso il respiro
    e anche in ogni tuo atto…
    che sarà sempre conforme alla Mia Divina Volontà.
    Sappi afferrare tutte le occasioni che ti metto avanti
    poiché tutte servono al Mio scopo e al Mio Progetto Santo…
    ed ora invoca con amore lo Spirito Santo un’altra volta.
    Conchiglia…
    fai il vuoto dentro di te e…
    guardaMi… cosa vedi?
    Vedi Gesù… vedi Me che cammino lentamente per la via.
    Quale via? Non importa… è una via come tante
    poiché Io sono ovunque e in ogni momento.
    Guarda ancora Conchiglia… cosa vedi?
    Vedi Me… che Mi fermo a giocare con un bimbo e la sua palla
    vedi Me… che guardo con amore anche la sua mamma.
    Guarda ancora Conchiglia… cosa vedi?
    Mi vedi accanto ad un uomo che lavora e che è stanco
    e lo sostengo col pensiero… affinché termini il suo lavoro.
    Guarda ancora Conchiglia… cosa vedi?
    Sono accanto ad un giovane drogato
    e soffro a vederlo in quello stato e prego… prego… prego
    che voi… per lui preghiate.
    Guarda ancora Conchiglia… cosa vedi?
    Sono vicino ad un vecchio solo e stanco
    che fa memoria di eventi già passati…
    e che ha nostalgia dei suoi morti e di chi lo ha abbandonato.
    Guarda ancora Conchiglia… cosa vedi?
    Sono accanto ad un soldato
    che è costretto a volte a fare… ciò che non vorrebbe fare.
    Guarda ancora Conchiglia… cosa vedi?
    Sono accanto agli ammalati… che cammino e benedico
    affinché si compia la Volontà del Padre.
    Guarda ancora Conchiglia… cosa vedi?
    Sono accanto ai carcerati e Mi faccio prigioniero assieme a loro
    pur di alleviare almeno un giorno di tormento.
    Guarda ancora Conchiglia… cosa vedi?
    Sono accanto ad una donna che partorisce il proprio figlio
    con tutta la Mia gioia.
    Guarda ancora Conchiglia… cosa vedi?
    Ora invece… sto piangendo…
    poiché un’altra donna ha appena abortito il figlio suo
    ed Io sono lì… pronto a tendere le Mie mani…
    per portarlo via con Me e ad offrirlo al Padre Mio.
    Guarda ancora Conchiglia… cosa vedi?
    Sono accanto ai marinai che solcano i Miei mari
    e poi sono sulle strade… sui treni… sugli aerei
    e in mezzo ai boschi più nascosti.
    O Conchiglia… sono dappertutto
    ed in effetti dovrei essere un po’ stanco agli occhi vostri
    per essere in tutti questi luoghi!
    E invece figlia…
    Io non sento la stanchezza anzi…
    corro… corro… corro
    poiché voglio essere accanto ad ogni singolo figlio o figlia
    per l’Amore che Sono e che porto.
    Ecco Conchiglia…
    ora Mi sono un po’ fermato… e sono accanto ad un moribondo.
    Egli geme… soffre… e piange…
    poiché è grande fatica raggiungere la morte.
    Quella morte che vi è accanto e che non vedete
    ed è per questo che dovete essere pronti in ogni momento.
    È la morte dell’anima soprattutto… che dovete temere e scongiurare.
    Quindi Mia Conchiglia… preghiamo
    e fa pregare per tutte queste situazioni che sono in tutto il mondo.
    Preghiamo quindi a favore del bene e della Vita
    affinché Dio Padre si commuova e mitighi tutti quei flagelli
    che con il male e con le guerre… si stanno avvicinando.”

    27 luglio 2003 – 19.00 – Gesù

    ” EccoMi a te figlia… piccola Mia Conchiglia.
    Ho voluto donarti il dolore di una madre addolorata
    e sai chi era quella madre?
    Era la madre di Giuda Iscariota.
    Ah… figlia!
    Se tu solo sapessi quanto ha sofferto quella madre!
    A te ho dato solo una goccia del suo dolore
    poiché se te ne avessi dato di più non avresti resistito.
    Il dolore di una madre…
    di un figlio assassino e traditore come Giuda non si può misurare
    poiché oltre il dolore…
    c’è la follia che provoca oblìo poiché insopportabile.
    Vedi figlia…
    poco la Chiesa ricorda
    né pensa minimamente a questa martire
    che ha subìto un dolore così atroce.
    Il disprezzo del mondo è caduto su di lei seppure innocente
    e ancora continuano ad esserci queste madri martiri
    che nessuno consola… ma anzi disprezzano e condannano.
    Guarda Conchiglia con gli occhi del cuore!
    Sono tanti gli assassini nel mondo… e anche i traditori.
    Il mondo li guarda con disprezzo e rabbia
    poiché provocano tanto male nel mondo
    ed il male provoca altro male.
    Talvolta il male che compie un figlio
    fa oltre al danno grave… un danno ancora più grave:
    fa perdere la Fede ad altri figli
    e non c’è delitto più grave che far perdere la Fede.
    Far perdere la Fede è più grave che far perdere la vita ad un corpo
    poiché il corpo rimane corpo in terra corruttibile
    ma la Fede… la mancanza di Fede… uccide l’anima che è Eterna.
    Quindi vedete a quale stato di orrore
    è giunto l’uomo diventato assassino.
    Ah… figlia!
    Quante madri di assassini sto usando…
    sempre per via di quell’equilibrio tra le parti del bene e del male.
    Il dolore delle madri…
    che soffrono indicibilmente a causa dei delitti dei loro figli Mi serve.
    Voi quando pensate agli uomini che per aver sbagliato
    sono stati rinchiusi nelle carceri dite:
    È giusto…
    devono pagare ed espiare anche qui sulla Terra per il loro delitto.
    Ed è vero… dico Io… poiché la giustizia terrena
    abbrevia attraverso la pena terrena…
    la pena che dovrà terminare in Purgatorio.
    Ma c’è un « ma ».
    Pensate alle madri di quei figli carcerati
    alle spose
    alle sorelle
    ai fratelli… e ai parenti tutti.
    Pensate al loro dolore… alla loro umiliazione…
    al fango morale che viene dato loro in faccia… seppure innocenti!
    Pregate per queste vittime dimenticate che non hanno colpa
    e seppure innocenti pagano a caro prezzo…
    il loro posto che occupano nella società.
    Pregate per i carcerati…
    e pregate per le loro madri e le loro famiglie senza stancarvi.
    E consolateli come Io li voglio ora qui consolare.
    Io Mi chino su ognuna di loro dicendo:
    Figlia Mia…
    madre di Mio figlio e Mio fratello… Io ti amo.
    Quieta il tuo cuore e ascoltaMi.
    Il tuo dolore è oro colato…
    che scende nelle formelle che sono in Paradiso
    e quando lì vi andrai… vi troverai dei pani d’oro
    che son tali perché hanno avuto un lievito speciale:
    hanno avuto le lacrime d’amore di una madre…
    per il proprio figlio.”

    27 luglio 2003 – 19.00 – Maria Santissima

    ” Sono la Mamma Maria Conchiglia…
    preghiamo:
    O Signore Iddio… Padre Onnipotente ed Eterno
    che hai attirato a te le anime di tutti quei figli
    che innocenti sono caduti sotto i colpi dei loro uccisori
    consola le madri delle vittime e consola le madri dei carnefici…
    sono madri che entrambe piangono i loro figli.
    Amen.
    Ecco Conchiglia…
    fai conoscere presto questa preghiera che consolerà le madri del mondo
    ed io stessa come Madre di un figlio che è Dio…
    che ha sofferto per la Morte del Figlio… dico loro:
    perdonate… perdonate… perdonate
    e consolatevi l’un l’altra…
    come ho fatto io con la madre dell’assassino di mio Figlio.”

    28 novembre 2003 – 07.00 – Santa Teresa di Gesù bambino del Santo Volto

    “ Vivere d’amore…
    è ciò che ho desiderato ardentemente Conchiglia
    cara sorella in Cristo.
    Vivere d’amore…
    è stato lo scopo della mia pur breve ma ricca vita terrena.
    Sì… dico ricca…
    poiché non c’è ricchezza più grande che possedere Dio nel cuore
    e desiderarLo con tutte le proprie forze.
    Io la piccola Teresa di Gesù Bambino
    sono qui per dirvi che tanto potete fare con le vostre preghiere
    e con le offerte di amore.
    Sai Conchiglia…
    perché mi senti così vicina a te?
    Perché come me ti sei offerta a Dio per tutti i Sacerdoti.
    Oh… quanto amo anche io i Sacerdoti Conchiglia!
    Amavo quelli vicini e soprattutto quelli lontani
    quelli che abbandonavano tutto per servire Dio
    e farLo conoscere fino ai confini del mondo.
    Oh… cari Sacerdoti e fratelli missionari!
    Quanto sangue…
    hanno sparso anche loro per il nostro Gesù d’Amore!
    Quanti di loro si sono immolati con Gesù sugli altari del mondo!
    Altari semplici e poveri…
    dove Gesù scendeva poiché tanto amato e cercato.
    Sì… Sacerdoti e fratelli miei in Cristo.
    Gesù scendeva sugli altari poveri grazie alle vostre mani consacrate
    su cui si poggiava dolcemente…
    per donarsi ai figli che erano pieni di amore per Lui.
    Gesù è sempre lo stesso…
    e come venne sulla Terra la prima volta tra i più poveri
    così verrà la seconda volta.
    Saranno i poveri a vederLo per primi…
    i sofferenti del corpo e dello spirito…
    gli emarginati… i carcerati… i miseri… i semplici.
    Sì… poiché questi sono i figli che Lo amano di più
    e Lo cercano durante la loro vita di dolore.
    Sono sempre gli afflitti che predilige Gesù
    poiché Lui che ben conosce la sofferenza sia del corpo che del cuore…
    ancora desidera guarire e sanare ogni ferita
    affinché questi figli gridino con gioia:
    grazie Signore Gesù… noi Ti amiamo Signore Gesù.
    Ecco Conchiglia…
    ecco l’occasione per dirti che ti voglio tanto bene
    e ti accompagno con amore
    e a voi tutti dico:
    con piccoli gesti e nelle piccole cose…
    si può amare Gesù e vivere d’amore.”

    09 aprile 2005 – 11.30 – Gesù

    “ Conchiglia… Mia Conchiglia…
    ho fretta santa di aiutare tutti i Miei figli e fratelli
    ma chi sta bene gode e pasce… non Mi ascolta e non Mi segue
    rimanendo così indietro rispetto ad altri figli e fratelli
    che nel dolore e nelle tribolazioni Mi cercano
    ed invocano il Mio aiuto.
    Oggi desidero affidare al tuo cuore
    i Miei figli più sofferenti nello spirito
    e ancora una volta Mi rivolgo ai carcerati.
    Ma i carcerati non sono solo quelli dietro sbarre.
    Carcerati…
    sono anche quelli che vengono soggiogati
    e privati della loro libertà di fare… nel privato e nel sociale.
    Sì… poiché chi desidera seguire i Miei insegnamenti mettendoli in pratica
    solitamente vede impedimenti e sbarramenti al loro voler fare
    e questo accade in ogni ambiente:
    in famiglia… negli uffici… nelle aziende… in politica
    e nella Chiesa perfino.
    I CARCERATI…
    SONO QUELLI CHE VOLENDO FARE NON POSSONO FARE
    E PUR AVENDO MANI E PIEDI LIBERI
    IN REALTÀ HANNO MANI E PIEDI LEGATI
    DIVENTANDO COSÌ DEI CROCIFISSI VIVENTI.
    Io conosco bene le sofferenze del cuore
    e vedo dove l’uomo non può vedere nel profondo di lui stesso.
    A questi figli carcerati dico:
    siate fermi nella vostra fede…
    non cedete…
    siate forti…
    siate mansueti… ma decisi a servire il vostro Dio!
    Non lasciatevi intimorire dalle minacce e dalle ritorsioni morali.
    Affidatevi a Me e alla Santa Mia Madre
    chiedendo di proteggere e sostenere il vostro giusto fare.
    Imitate Me…
    il vostro Gesù d’Amore
    che tutto ho compiuto nel Mio dovere verso il Padre
    per la salvezza di voi tutti fino alla morte
    e alla morte di Croce!
    I carcerati…
    sono quelli che amo in modo particolare
    poiché ben conosco la prorompente forza interiore
    che soppressa e oppressa
    provoca in loro lancinante dolore.
    Dolore che necessariamente
    deve essere indirizzato e offerto al Padre
    affinché lo fruttifichi per voi con tanto Amore
    poiché se ci credete tutto Lui può fare
    e dove voi non arrivate… LUI PUÒ!
    O figli Miei carcerati…
    vi affido a questa figlia Mia Conchiglia…
    anche lei carcerata per Mio Volere
    che nel silenzio e nel nascondimento vi porge la Mia Parola
    attraverso tre sole cose libere che ha:
    IL CUORE… LA MENTE… LA MANO.”
    09 aprile 2005 – 11.40 – Maria Santissima

    “Sono la Mamma Maria Conchiglia…
    e ti chiedo ancora di osservare attentamente
    LA MIA ELEGANTE PRESENZA NELLA TUA ANIMA.
    Essendo nella tua anima…
    dimoro nella tua anima
    e amo nella tua anima
    e vedo nella tua anima
    e siamo vicine
    e siamo insieme
    e siamo amiche del cuore
    e amiamo lo Stesso Padre… Figlio… e Sposo.
    Ci nutriamo del Suo Amore
    che diventa Nostro Amore.
    Nostro non per possedimento
    ma Nostro in Unificazione… in UNITÀ.
    Che il mondo rifletta su queste Parole date a te…
    Conchiglia della Santissima Trinità.”

    08 maggio 2007 – 06.15 – Gesù

    “ Attraverso di te Conchiglia…
    desidero mobilitare la Cristianità Mondiale
    per la Manifestazione più grande del Mondo.
    La Cristianità Mondiale dovrà manifestare …
    contro tutte le ingiustizie
    contro tutte le leggi che ledono la dignità dell’uomo
    contro l’aborto
    contro la pedofilia
    contro l’omosessualità
    contro il divorzio
    contro le famiglie di fatto
    contro l’eutanasia
    contro la guerra
    contro il male in ogni sua forma.
    DETTO IN UNA PAROLA CONTRO IL DEMONIO.
    Sarà una Manifestazione organizzata
    dal MOVIMENTO D’AMORE SAN JUAN DIEGO
    e tutti possono prendervi parte senza distinzione… da ogni parte del mondo.
    Questa Manifestazione è basata sull’Affidamento a Maria… la Mia Santa Madre
    e all’Azione di Dio Padre per mezzo della preghiera del rosario
    che è l’unica arma efficace per combattere il demonio e i suoi seguaci.
    Questa Manifestazione sarà in onore di Mia Madre
    ricordando l’inizio delle apparizioni a Fatima
    e si svolgerà la vigilia del tredici maggio
    e si ripeterà fino alla vigilia del tredici ottobre ogni mese
    per concludersi la vigilia del dodici dicembre
    ricordando l’apparizione a San Juan Diego
    e la PRODIGIOSA IMMAGINE sulla TILMA donata all’Umanità
    dove Mia Madre è conosciuta con il titolo di NOSTRA SIGNORA DI GUADALUPE.
    Tutti… da ogni parte del mondo…
    potranno giungere al luogo dell’appuntamento di preghiera.
    QUESTO LUOGO È IL VOSTRO CUORE.
    NESSUNO SPOSTAMENTO QUINDI!
    Nessun disagio per voi e per le vostre famiglie.
    Nessuna spesa.
    Con il rosario in mano potete pregare assieme ai bambini
    agli anziani… agli ammalati… ai carcerati… ai Sacerdoti.
    TUTTI INSIEME SICURI DELLA VITTORIA.
    Sì… poiché per essere partecipi agli « Affari del Mondo »
    la Cristianità non ha necessità di manifestare nelle piazze come fanno i pagani.
    LA CRISTIANITÀ HA UN COMPITO BEN PRECISO: PREGARE.
    È Gesù che ve lo dice.
    Ve l’ho detto ieri e ve lo dico oggi:
    RECITATE IL PADRE NOSTRO…
    È UNA PREGHIERA POTENTE CONTRO IL MALE… ABBIATE FEDE.
    Oggi la Chiesa continua a subire la più grande persecuzione della Storia
    e questa persecuzione è evidente in tutto il mondo.
    I pagani che sono contro la Chiesa riuscite di individuarli
    ma ciò che deve allarmarvi di più…
    è la Profezia realizzata data da Mia Madre ai pastorelli a Fatima:
    CI SONO VESCOVI CONTRO VESCOVI E CARDINALI CONTRO CARDINALI.
    LA SPACCATURA NELLA CHIESA È PROFONDA!
    è il Popolo Cristiano che deve aiutare e soccorrere con la preghiera e con il santo esempio
    i Sacerdoti… Vescovi e Cardinali che davvero amano Dio e davvero amano la Chiesa
    e lottano come possono per difenderla dai seguaci del demonio
    che sono all’interno e al di fuori di Essa.
    Io… il vostro Gesù d’Amore dico ai Miei figli e fratelli:
    VOI SIETE DI PIÙ… SIETE MOLTO DI PIÙ
    non in numero ma in potenza…
    quella Potenza che viene da Dio e vi riveste e vi illumina.
    NON MESCOLATEVI QUINDI…
    CON CHI NON HA COMPRESO CHE OGGI PIÙ CHE MAI…
    MANIFESTARE NELLE PIAZZE È CONTROPRODUCENTE
    E MOLTO MOLTO PERICOLOSO.
    Il demonio non va mai provocato
    egli non aspetta altro che cogliere le provocazioni e farvi cadere
    poiché siete troppo deboli nella vostra Fede per sostenere la lotta.
    I VOSTRI PECCATI VI RENDONO DEBOLI…
    E NESSUNO DI VOI È SENZA PECCATO
    MEDITATE QUINDI PRIMA DI SCAGLIARE UNA QUALSIASI PIETRA.
    Ieri dicevo questo scrivendo nella polvere che il vento disperde
    oggi dico questo scrivendo sulla carta attraverso questa figlia Mia Conchiglia
    e questa carta rimarrà per sempre nella Storia dell’Umanità a ricordarvi…
    IL MIO PASSAGGIO SULLA TERRA.”

    08 maggio 2007 – 06.30 – Maria Santissima

    “ Sono la Mamma Maria Conchiglia
    e chiamo i miei figli a raccolta in questa BATTAGLIA FINALE contro il demonio.
    Attraverso di te figlia intendo commuovere i puri di cuore
    i semplici… i bambini senza età.
    I figli di Dio usano una sola arma: IL ROSARIO.
    Quindi pregate con fiducia come sempre vi ho insegnato.
    Non stancatevi di pregare
    poiché il demonio fugge al suono dell’Ave Maria e del Padre Nostro.
    Ecco Conchiglia… la veglia è finita ora riposa.”

    Conchiglia

    MOVIMENTO D’AMORE SAN JUAN DIEGO
    Via Manzoni 12 – casella postale 99 – 33085 – Maniago PN – ITALIA

    Roma-Vicenza (Italia) – Messico-Francia-Argentina-Spagna-Portogallo-Canada-Colombia-Alaska-Brasile-Burundi-California-Costarica-Croazia
    Polonia – Florida-Filippine-Germania-Giappone-Inghilterra-India-Israele-Kazakistan-Kenia-Norvegia-Perù-Svizzera-Texas-Ucraina-Uruguay
    http://www.conchiglia.net http://www.dozule.org

  4. Diffido di ogni messaggio di origine medianica ed invito a diffidare!

    Diffico, per questo semplice ragionamento:

    il male sa fingere il bene, molto bene tanto quanto è male. Si può dire, quindi, che il male può essere maggiore dove maggiore la rivelazione.

    S. Teresa d’Avila, Dottore della Chiesa, ebbe a dire: è maledetto chi crede nell’uomo.

    Ciò che vale per l’uomo, vale anche per quelli che lo furono, e che ora sono sul piano soprannaturale della vita.

    Detto questo, ognuno facca, pensi o creda, quello che vuole, sa o può!

  5. E’ molto difficile per chi ancora non conosce Dio capire i colloqui spirituali che intercorrono tra Dio ed i suoi prescelti. Quando la presenza di Dio fa parte della tua vita, allora puoi anche sentire una certa invidia per le anime che hanno il privilegio di comunicare con Lui. E’ una esperienza mistica inspiegabile con parole umane. Dio padre è sempre accanto a noi. A causa della nostra imperfezione non Gli diamo ascolto, non Lo vediamo, non ci affidiamo al Suo amore. Siamo noi figli che ci allontaniamo e Satana ne approfitta per conquistarci. Fino a quando l’Amore non è parte integrante di noi, non avremo mai pace. A voi tutti che leggete io, umilmente, auguro pace. Un abbraccio fraterno.

  6. Ciao Bama,
    ti dedico questo versetto biblico:
    riponi la tua sorte nel Signore, confida in Lui ed Egli agirà.
    Salmo 37:5

    che Egli vi benedica tutti!
    Mary

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *