Vento – Foglia – Amore – Carezza

Vento molle brezza nei capelli carezza silenziosa voce solitaria, rumore di una foglia d’autunno portata qua e là dolce suono nell’arsura dell’estate
vento amato odiato dalle nostri menti stanche.
nel frastuono della vita un solo richiamo: AMORE
che solo il tuo spirito può donare signore

Francesco C. & Pina

1 thought on “Vento – Foglia – Amore – Carezza”

  1. Buon giorno Francesco,
    questa mattina abbiamo ripreso a leggere il blog dopo la pausa estiva. Le inviamo i commenti
    Teresina, Natalina ed Enrichetta: “Bella poesia.”
    Veneranda: “Questo scritto è un richiamo al perdono e al redimere il suo carattere, ora sembra sia pentito e che voglia dire a chi sta fuori dal carcere di non commettere errori. Quando ero giovane, andavo a portare da mangiare a un carcerato padre di famiglia, ricordo che un giorno gli chiesi come stava e lui scoppio’ in lacrime… .”
    Olga: “Quando schernirono Gesù sulla croce Egli disse: -Padre perdona loro perché non sanno quello che fanno.- Pertanto uno dei ladroni che aveva chiesto il perdono si è sentito rispondere da Gesù:-Oggi sarai meco in Paradiso.- Pertanto anche per Lei valgono queste parole di Gesù.”
    Carolina: “ La poesia è molto ben fatta, quella foglia che cade è come la vita che passa…”
    Giuseppina: “Mi ha colpito una carezza silenziosa; alla volte sono seduta lì tranquilla, qualcuno che mi vuol bene passa e mi fa una carezza. E’ bello riceve gesti d’affetto.”
    Luigi: “ E’ un rimpianto della libertà perduta.”
    Giuseppina: “E’ bellissima perché è ricca d’affetto.”
    Anna Maria: “Gentile signor Francesco,complimenti per la sua poesia che mi è piaciuta moltissimo.
    Lei dimostra una sensibilità d’animo ed un dono non comune nell’esprimerlo.
    La ringrazio per questa serena voce che è luce e ci aiuta ad essere migliori e ci ricorda che l’unico bene, antico come il mondo, si chiama amore.
    Le auguro con tutto il cuore pazienza e forza per vincere tristezza e fatica di questi giorni e tanta speranza in un futuro finalmente felice.
    Con un caro ricordo, molti affettuosi saluti.”
    Rita: “Questa parole l’aiuteranno ad essere libero e tutto passerà più in fretta e il giorno tanto atteso le sembrerà meno lungo e il cuore più leggero.”
    Giovanna: “Il vento di primavera è caldino, quello che preannuncia un temporale è forte. Le carezze ricordano una mamma che accarezza il suo bambino con amore. Le foglie quando sono secche fanno rumore a calpestarle, è bello il rumore delle foglie. Avevo un gatto dispettoso; quando cadevano le foglie, dovevo spazzarle e farne un mucchio, il gatto arrivava di corsa, si buttava dentro il mucchio di foglie divertendosi da morire ed io mi arrabbiavo perché dovevo ricominciare a raccoglierle!”
    Saluti, gli ospiti della Casa di Riposo Trisoglio: Rosa, Giuseppina, Veneranda, Teresa, Margherita, Carolina,Maria, Giuseppina, Olga, AdelaideMargherita, Beatrice, AnnaMaria, Rita, Tommaso, Maria,Luigi, Giovanna, Virginia, Maurizio, Argenide, Rosa, Giuseppina, Assunta, Enrichetta, Gina, Mariola, Anna, Natalina, Francesca, Luigia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *