le aspettative

Che cosa? O meglio chi avrei voluto essere quando ero bambino? Che cosa farò alla fine di questa nuova, ulteriore parentesi?….. sono domande che un uomo di più di 30 anni dovrebbe aver esplorato in tutte le sue sfaccettature, e le risposte dovrebbero essere i fondamenti di ogni singolo giorno.

Le basi su cui costruire il quotidiano!queste erano le parole che mi venivano ripetute come un mantra.

Oggi ripensandoci, mi sembra che tutto ciò non sia mai avvenuto o meglio, che tutte queste domande se le sia poste un’altra persona che ormai non c’è più, o che forse, non c’è mai stata.

Non ricordo cosa auspicavo per il mio futuro quando ero bambino, così come oggi non riesco a volgere il mio pensiero ad un futuro senza dovermi prendere in giro….Forse, gli avvenimenti della vita hanno fatto si che il mio cinismo si elevasse a livello esponenziale però, sta di fatto che ad oggi quello che la gente chiama futuro, per me non supera il misero istante che sto vivendo. Esiste il “qui ed ora” cercando di sfruttare le occasioni che la vita stessa pone sulla mia strada; so che non è funzionale, ma non sono più certo che pianificare le proprie illusioni, e di conseguenza i propri fallimenti sia sano.Un giorno qualcuno disse: “perché la vita è un groviglio di illusioni e di promesse tradite”.

 

2 thoughts on “le aspettative

  • “Esiste il “qui ed ora” cercando di sfruttare le occasioni che la vita stessa pone sulla mia strada; so che non è funzionale…”

    Scherzi?! Altroché se è funzionale! Direi anzi, solidamente funzionale, ed è tipico di chi sa vedere la realtà, forse senza sogni, ma, certamente senza fronzoli!

  • Ciao Ad Sidera, beh non credo che esista necessariamente un’età per dare risposte alle domande di cui parli, se così fosse dopo i trentanni sarebbe veramente una noia!
    Credo invece che il porsi queste domande con frequenza può solo farci sentire vivi e nonostante delle volte sembri prendersi in giro, non è altro che divenire consapevoli del fatto che il nostro libero arbitrio ha comunque un limite, ma i sogni no!
    Personalmente pur avendo posto le basi per un futuro (come dici tu) non escludo mai la possibilità di non raggiungere i miei obiettivi: perchè non li desidero più, perchè voglio sentirmi libera di reinventarmi e perchè non tutto potrà dipendere dal mio volere.
    Ti mando un caro saluto e spero di risentrirti presto.

    Sabra

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *