8 marzo 2008

Un po’ di storia

Il Contesto – Rivista tematica

Il Contesto è una rivista tematica indipendente. Ogni numero è un’inchiesta monografica su temi di attualità locale, nazionale, internazionale. Il fulcro della rivista sono reportage e interviste esclusive che hanno l’obiettivo di esplorare aspetti della realtà che trovano poco spazio presso gli altri media.

La rivista è nata nel 2001 per iniziativa di un gruppo di studenti dell’Università e del Politecnico di Torino. Per i primi otto anni Il Contesto si è affidato ai contributi dell’Università di Torino, all’autofinanziamento e al lavoro volontario di redattori e collaboratori per poter sopravvivere in distribuzione gratuita. Dal 2009, la rivista è diventata un semestrale indipendente accessibile per abbonamento. Il sito online con i suoi blog e i suoi articoli sta crescendo come importante supporto alla rivista e come occasione di scambio con i lettori. Spaziando tra temi sociali, politici e ambientali, Il Contesto ha intervistato, tra gli altri, Marco Travaglio, Vandana Shiva, Ignacio Ramonet, Dominique Lapierre, Jeremy Rifkin, Noam Chomsky.

Il Contesto ONLUS

Con l’idea di non limitare alla sola rivista il nostro impegno ad approfondire notizie e a stimolare il confronto di idee, dal 2007 «Il Contesto» è anche una ONLUS, per dare piú spazio e maggiore visibilitá ad iniziative che portino discussione e confronto laddove i mezzi di informazione di massa tendono a uniformare e appiattire il giudizio. Discussione e confronto si realizzano prima di tutto attraverso la differenza e la molteplicitá di idee e di contributi; per questo Il Contesto é un gruppo aperto e sempre alla ricerca degli stimoli e della seria partecipazione da parte di chiunque intenda collaborare e proporre iniziative.

Negli anni abbiamo promosso cicli di conferenze, dibattiti, cineforum, oltre a specifici progetti di comunicazione. Già nel 2003 è nato dentroefuori, un blog patrocinato e finanziato dal Comune di Torino e realizzato assieme ai detenuti del carcere di Torino, il primo esperimento di questo genere in Italia, un ponte attivo che collega la cittadinanza al mondo troppo spesso trascurato del penitenziario (www.dentroefuori.org).

Dal 2008 l’associazione collabora con il progetto «C-Lab», la community dei partecipanti al Master dei talenti promosso dalla Fondazione CRT . Da qui nasce l’impegno nell’organizzazione di eventi e conferenze concernenti temi specifici, come ad esempio l’incontro «Mobilità sostenibile: scenari futuri dalla città dell’auto» (novembre 2008).

Il Blog negli anni ha mantenuto la sua attività principale di scrittura con le persone detenute della sezione Prometeo, ampliando e costruendo una serie di attività che hanno permesso di far conoscere “al fuori” i pensieri di chi vive all’interno dell’istituzione detentiva.

E’ nata così l’idea di organizzare dei reading e delle serate di presentazione del Blog coinvolgendo attori e musicisti che raccontassero i post delle persone detenute.

Abbiamo poi collaborato con Radio Banda Larga e creato una piccola redazione all’interno della sezione Prometeo. i ragazzi della sezione hanno così prodotto dei testi su argomenti specifici e scelto le canzoni che sarebbero andate in onda. Noi volontari abbiamo prestato la voce nella lettura dei loro post durante le dirette.

Nel 2012 abbiamo pensato che sarebbe stato molto utile e interessante provare a costruire un dialogo tra le persone detenute e gli studenti delle scuole medie inferiori e superiori di Torino partendo proprio dalla lettura dei post presenti sul blog.

Il primo progetto pilota è nato alla “Norberto Bobbio” di Torino e quel progetto ha rappresentato il primo di una serie di incontri e di laboratori di natura informativa e formativa sulla realtà detentiva, condotti nelle scuole superiori dell’ istituto Lagrange, Bosso Monti e Mazzarello di Torino.

Se in questi anni i laboratori hanno portato il carcere a scuola, nel 2015 la scuola è entrata in carcere. Da due anni gli studenti maggiorenni di questi istituti si avvicinano al mondo detentivo attraverso un dialogo ricco di spunti e di riflessioni con le persone detenute della sezione Prometeo.

Sempre in questi anni abbiamo collaborato con la Circoscrizione 6 di Torino, con l’obiettivo di raccontare attraverso un linguaggio semplice e concreto a dei giovani adolescenti un tema così complesso e allo stesso modo così delicato come quello del carcere.